Di cose da imparare se ne hanno sempre.
Ecco: se ce n’è una in cima alla mia lista, prioritaria e vitale – oserei dire urgente – è una definitiva semplicità.

Non è che non mi sia mai stata familiare: l’ho tenuta in mano e ho provato quella sensazione di leggerezza e benessere.

Ma il carattere è una brutta bestia e “capita”, a volte, “quando sei vestito, credere di spogliare il mondo.”

Quando poi il mondo è nudo, però, a te rimane addosso una massa opprimente di stoffa e non cammini. Figuriamoci volare. E ti rendi conto, solo in quel momento, di quanto sei stata presuntuosa a credere che fosse tutto così fondamentale da complicarlo.

Annunci