Il fascino discreto dell’orrore

I jeans a mezza gamba.

I jeans allargati revival dei 70’s.

Gli shorts rosa.

Le extension rosa.

I pantacollant bianchi.

I pantacollant turchesi.

Le ballerine con la forma del ditone del piede.

Le scarpe con la forma di tutti i diti del piede.

I mocassini. In generale.

Le scarpe sportive di Prada.

L’happy hour.

Le cene di Capodanno in discoteca al modico prezzo di un centinaio di euro.

Gli Hawaiian Party.

Gli Halloween Party.

I “Midsummer Night’s” Party.

Tutti i party in cui le ragazze indossano un gadget a scelta fra: orecchie da gattina, cravattino, orecchie da coniglietta, cornette da diavolo.

Donne che non portano il portafogli agli appuntamenti.

Donne che consigliano alle altre donne di non portare il portafogli agli appuntamenti.

Uomini che non portano il portafogli agli appuntamenti.

Uomini che per essere romantici ti portano a fare l’happy hour.

Donne dello spessore di una sottiletta che riescono per magia a sbancare uomini tirchi e a farsi portare in cima all’Everest invece che all’happy hour.

Uomini con le sopracciglia fatte.

Donne col monociglio.

I cerchietti col finto mini-cappellino piumato.

I pantacollant leopardati.

Uomini col mocassino che vanno all’happy hour con donne che non si portano il portafogli dietro.

Donne col monociglio, il pantacollant bianco e le extension rosa che indossano cornette da diavola ai Midsummer Night’s Party.

To be continued…

Annunci